Rinofiller: le 6 Domande più Frequenti

Ormai tutti sanno come funziona, e sempre più pazienti mi pongono le stesse 6 domande sul Rinofiller.

Ho quindi pensato di raccoglierle in 6 Frequently Asked Questions, che riassumo anche commentando il video allegato.

1) Il mio naso è candidato al rinofiller?

Nel video ho messo nell’immagine di sinistra esempi di nasi con indicazione al rinofiller; a destra l’effetto raggiunto subito dopo il trattamento.

Come vedi Il rinofiller non è in grado di stringere un naso largo o con punta a patata.

Se invece ti riconosci in uno di questi nasi con gobba e/o punta scesa, il rinofiller è la soluzione al tuo problema.

Se hai dubbi contattaci o vienici a trovare per farti consigliare la cosa migliore per te: meglio fare una visita in più prima, che una dopo un’eventuale scelta terapeutica.

2) Mi consiglia il rinofiller o la rinoplastica?

La rinoplastica determina un effetto definitivo, permanente e, spesso, migliora anche la funzionalità respiratoria.

I rischi connessi all’intervento chirurgico e le possibili insoddisfazioni estetiche in un organo posto per sempre al cèntro del volto, vanno considerate bene prima di intraprendere questo percorso.

Il Rinofiller è reversibile, con effetti collaterali non paragonabili all’intervento, non da miglioramenti respiratori, bensì solo psico-sociali, a furia di farlo dura sempre di più.

Se non si hanno quindi problemi respiratori, è una procedura non invasiva che può fare al caso nostro.

3) Effetti collaterali del Rinofiller?

Nelle prime ore si può avere un formicolio nelle aree trattate: sono dovute sia all’effetto di espansione sulle terminazioni nervose, che all’anestetico locale spesso presente nei prodotti iniettati.

Può comparire un livido che scompare al più in una settimana e si può nascondere col trucco.

Gonfiore da 2 a 10 giorni nell’area di inoculazione dell’acido ialuronico: sarà maggiore quanto più grande sarà il difetto da correggere; raccomando di dormire le prime 2 notti con la testa un po’ più sollevata rispetto al cuore, affinché sia facilitato il drenaggio venoso.

Rara comparsa di teleangectasie alla punta del naso, ovvero superficializzazione di capillari sottocutanei, reversibile spontaneamente o con applicazione di gel o con laser terapia.

Rarissima necrosi cutanea, nel caso di inoculazione accidentale del prodotto in un’arteria: rischio possibile come in tutti i trattamenti iniettivi, per cui è fondamentale per il Medico sapere bene dove inoculare, accorgersi di un eventuale problema e saperlo risolvere tempestivamente.

4) Quanto dura il Rinofiller?

Dipende dalla qualità dei prodotti usati, dalla loro consistenza, dal ritorno elastico della pelle verso la condizione iniziale (compliance), dalla pesantezza della punta del naso, nonché dalla velocità di consumo dell’acido ialuronico di ciascun paziente.

Altra considerazione da fare è che il rinofiller non ha una scadenza precisa, non è la scarpetta di Cenerentola che ad un determinato giorno ed orario scompare improvvisamente.

E’ piuttosto un processo lento e graduale. Per cui la domanda che ci dovremmo fare è: quando vogliamo rifare il Rinofiller?

Quando è completamente riassorbito, oppure quando iniziano a riapparire i primi difetti del naso?

Nel primo caso possiamo ragionevolmente attendere almeno un paio di anni, nel secondo invece consigliamo un richiamo dopo 6 mesi dal primo trattamento, e poi dopo 1 anno dal richiamo.

Via via nel tempo in modo sempre più dilazionato, perché l’effetto durerà sempre di più, e i tessuti molli del naso si saranno distesi e avranno “memorizzato” la loro nuova forma.

5) Cosa posso fare subito dopo il trattamento?

Tornare subito alla vita quotidiana con 3 accortezze:

  • non mettere per un paio di giorni gli occhiali in cui il nasello poggi proprio sul dorso nasale dove abbiamo applicato il filler;
  • non fumare nelle 24 ore successive, così come nelle 24 ore precedenti;
  • non fare attività fisica intensa od esporsi a fonti di calore nelle 24 ore dopo il trattamento.

6) Potrò soffiarmi il naso e starnutire regolarmente dopo il Rinofiller?

Sì. Il rinofiller sta nei tessuti molli del naso, non dentro le cavità nasali e nemmeno nelle narici, quindi non ostruisce il passaggio dell’aria o del muco.

Galleria immagini interventi Rinofiller